La crittografia nel corso della seconda guerra mondiale. Le principali potenze che presero parte al secondo conflitto mondiale cercarono di adottare mezzi e metodi per impedire ai propri nemici di decifrare i propri messaggi in codice.

La Germania sostituì l'uso dei codici manuali mediante un sistema elettomeccanico di cifratura denomianto Enigma, costituito da una macchina dotata di 3 e 4 rotori mobili che, in base alle impostazioni date dall'operatore nel posizionamento di spinotti e rotori, consentiva la codifica e la successiva decodifica dei messaggi con 150 miliardi di miliardi di possibili chiavi di cifratura.

La macchina Enigma (Chiffriermaschine ENIGMA) conobbe la sua maggiore diffusione a partire dalla guerra di Spagna ma già dal 1918 fu oggetto di brevetto (Patentschrift DE416219 del 23 febbraio 1918, pubblicato l’8 luglio 1925) e commercializzata in diversi paesi.

I messaggi codificati con questo sistema furono una vera e propria spina nel fianco per i Servizi di decrittazione alleati, o almeno lo furono fino alla cattura del libro dei codici (Kurzsignalheft) e del manuale delle chiavi meteo (Wetterkurzschlüssel) da parte dei britannici e l’introduzione delle macchine Bombe a Bletchley Park… ma questa è un'altra storia.

Di seguito, gli oggetti e le pubblicazioni in collezione riconducibili alle macchine Enigma, ai sistemi di cifratura e ai codici meteorologici tedeschi.

 

Brevetto U.S.A. 1,705,641 del 21 maggio 1926 (pubblicato il 19 marzo 1929)

"Permutating device for use in coding machines", corrispondente al brevetto tedesco DE460457 dell'11 marzo 1926.

In collezione: gazzetta ufficiale dei brevetti U.S.A. del 19 marzo 1929 dove risulta pubblicato l'estratto del brevetto (pag. 594)

Enigma patent US1705641

 

Brevetto U.S.A. 1,938,028 del 5 novembre 1929 (pubblicato il 5 dicembre 1933)

"Electrical coding and de-coding device", corrispondente al brevetto tedesco DE534947 del 9 novembre 1928.

In collezione: gazzetta ufficiale dei brevetti U.S.A. del 5 dicembre 1933 dove risulta pubblicato l'estratto del brevetto (pag. 171)

Enigma patent US1938028

 

Brevetto U.S.A. 1,905,593 del 12 novembre 1929 (pubblicato il 25 aprile 1933)

"Coding machines", corrispondente al brevetto tedesco DE579555 del 17 novembre 1928.

In collezione: gazzetta ufficiale dei brevetti U.S.A. del 25 aprile 1933 dove risulta pubblicato l'estratto del brevetto (pag. 680)

Enigma patent US1905593

 

Elektrotechnische Zeitschrift del 29 novembre 1923 (Heft 47/48)

"Enigma Chiffriermaschine", articolo dell'inventore e titolare del brevetto, Dr.-Ing. Arthur Scherbius, sul primo modello di macchina cifrante ENIGMA A.

In collezione: rivista del 29 ottobre 1923 di pubblicazione dell'articolo (pag. 1035 e pag. 1036)  

Enigma A

Altre foto (Abb. 1 e Abb. 3

 

L'uso delle chiavi dei codici manuali, sistema standard antecedente all'introduzione dell'Enigma, venne usato anche successivamente come alternativa a quello elettromeccanico, in particolari situazioni, per guasti o impossibilità di utilizzo dell'Enigma stessa. I migliori codici avevano validità limitata nel tempo (da un giorno a un mese), potevano essere utilizzati una sola volta e dovevano essere immediatamente.

 

Zahlentafel für Juni 1920. Zahlentafel zum Allgemeinen Geheimschrift-verfahren innerhalb des Heeres. Streng Geheim! Nr. 88. Reichswehrministerium Truppenamt Chiffrierstelle.

Tavola numerata in uso nel Giugno 1920 per il processo di crittografia generale all'interno dell'esercito. Segretissimo! Numero 88

L'oggetto in collezione consta di una busta con sovrimpresso titolo e numerazione di segretezza (foto1), avente sul retro un timbro in ceralacca ancora intatto del Centro cifra (foto2). All'interno la tabella in doppia pagina da usare per la cifratura, stampata fronte (foto3) e retro (foto4)

Zahlentafel für Juni 1920 Streng Geheim! Nr. 88

 

Zahlentafel zum Geheimschriftverkehr der Kommandobehörden des Heeres und der Marine für März 1921 (Sicher aufbewahren!). Streng Geheim! Nr. 74. Reichswehrministerium Truppenamt Chiffrierstelle.

Tavola numerata in uso nel Marzo del 1921 per la corrispondenza segreta dei comandi vertici dell'Esercito e della Marina (da conservare in un deposito sicuro!). Segretissimo! Numero 74

L'oggetto in collezione consta esclusivamente della busta con sovrimpresso titolo e numerazione di segretezza (foto1), avente sul retro un timbro in ceralacca del Centro cifra, ancora quasi del tutto intatto (foto2). La presa visione dei codici di cifratura, non presenti in quanto distrutti immediatamente dopo l'uso, è avvenuta tagliando la busta sul lato.

Zahlentafel für Juni 1920 Streng Geheim! Nr. 88

 

Rotschlüssel dem Geheimschrift-werken der Kommandobehörden des Heeres und der Marine für 16.April bis 15.Mai 1921 (Nach kenntnisnahme verbrennen!). Streng Geheim! Nr. 74. Reichswehr-ministerium Truppenamt Chiffrierstelle.

Chiavi in codice rosso per i messaggi segreti delle autorità di comando dell'Esercito e della Marina dal 16 aprile al 15 Maggio 1921 (dopo aver preso atto bruciare!)

L'oggetto in collezione consta esclusivamente della busta con sovrimpresso titolo e numerazione di segretezza (foto1), avente sul retro un timbro in ceralacca del Centro cifra (foto2), spezzato per la presa visione dei codici di cifratura. Questi, ovviamente, non sono presenti in quanto dovevano essere distrutti immediatamente dopo l'uso.

Zahlentafel für Juni 1920 Streng Geheim! Nr. 88

 

Heeres-Stabschlüssel zum Geheimschriftverkehr der Kommandobehörden des Heeres und der Marine für die Zeit vom 1. bis 31. August 1921 (Sicher aufbewahren!). Streng Geheim! Nr. 45. Reichswehr-ministerium Truppenamt Chiffrierstelle.

Tavola numerata dello Stato Maggiore dell'Esercito in uso nell'Agosto del 1921 per la corrispondenza segreta dei comandi vertici dell'Esercito e della Marina (da conservare in un deposito sicuro!). Segretissimo! Numero 45

L'oggetto in collezione consta esclusivamente della busta con sovrimpresso titolo e numerazione di segretezza (foto1), avente sul retro un timbro in ceralacca del Centro cifra, ancora intatto (foto2). La presa visione dei codici di cifratura, non presenti in quanto distrutti immediatamente dopo l'uso, è avvenuta tagliando la busta sul lato.

Zahlentafel für Juni 1920 Streng Geheim! Nr. 88

 

Note (1): le codifiche segrete riportate nelle Zahlentafel  corrispondono alle tavole denominate Sonder Maschinenschlüssel, usate nel corso della seconda guerra mondiale per il settaggio iniziale dei rotori e dello Stecker delle macchine Enigma.

Note (2): il Truppenamt (Troop Office) è stata l'organizzazione di copertura dello Stato Maggiore tedesco dal 1919 al 1935, anno di denuncia del Trattato di Versailles.

 

Le chiavi nei messaggi meteorologici scambiati tra gli U-Boot e i servizi meteo tedeschi sono stati il grimaldello usato dai britannici per la forzatura dei codici Enigma. Le condizioni meteo venivano infatti trasmesse giornalmente con un lessico di abbreviazioni (short message text). Fu la cattura sull'U110 del manuale delle brevi chiavi meteo (Wetterkurzschlüssel - WKS) usato dalla Kriegsmarine che facilitò il lavoro dei servizi britannici: l'inserimento nelle macchine Bombe delle chiavi di ricerca, non in altro modo interpretabili, permise la lettura in chiaro dei messaggi segreti trasmessi via radio tra il BdU e gli U-Boote nell'Atlantico e nel Mediterraneo.

 

In collezione i manuali del ministero dell'aviazione tedesco, precursori di quello usato nella seconda guerra mondiale dalla marina.

Wetterschlüssel für Hauptmeldestellen. IB. Reichsluftfahrt-ministerium 1937 (foto).

Registro principale per il capo servizio.

Wetterschlüssel für bewegliche Hilfmeldestellen. IIA. Reichsluftfahrt-ministerium 1937 (foto).

Registro d'uso per gli operatpro.

Wetterschlüssel für bewegliche Hilfmeldestellen. IIB. Reichsluftfahrt-ministerium 1937 (foto).

Registro d'uso per il capo servizio.

Wetterkurzschlüssel Reichsluftfahrtministerium 1937

 

I messaggi sulle condizioni meteo trasmessi dagli U-Boote dovevano poi essere trasposti su carte appositamente predisposti attraverso simboli tipici del servizio meteorologico.

 

In collezione le carte (Wetterkarten o Marinewetterwarte) usate nel 1941 dai servizi della base U-Boot di Brest (pubblicate in un'altra Sezione) nonché l'edizione usata nel corso della guerra del manuale con la simbologia per la compilazione delle carte.

Kriegsmarine Wetter KarteAuszug aus den Vorschriften für die einheitliche Ausarbeitung von Wetterkarten (Kriegsausgabe). Reichsamt für Wetterdienst, Juli 1940 (Reichswetterdienst).

Estratto dalle norme per lo sviluppo uniforme mappe meteorologiche (edizione guerra). Ufficio Meteorologico del Reich, Luglio 1940.